Guastalla Running Team

Corsa - Pilates - Guastallapilates
Corsa - Pilates - Guastallapilates
Corsa - Pilates - Guastallapilates
Corsa - Pilates - Guastallapilates
Corsa - Pilates - Guastallapilates

I benefici del Pilates abbinati a quelli della corsa

Quello tra Pilates e Corsa è un connubio interessante e forse uno dei migliori per chi abbia a cuore la propria salute e l’aspetto estetico.
I benefici forniti dal Pilates spaziano dall’aspetto posturale, la coordinazione, la flessibilità muscolare e non meno importante l’attivazione costante del nostro Core soprattutto per quanto riguarda la porzione più profonda. Per chi già pratica attività aerobica, tutti questi benefici si tramutano in una maggiore efficienza di corsa, maggiore resistenza fisica e forse più importante è la riduzione del rischio di infortuni.

Pilates e la corsa.

Per chi pratica Pilates abitualmente valutiamo perchè abbinare una o ancora meglio due sedute settimanali possa essere la chiave per uno stile di vita ancora più salutare. Anzitutto riduciamo il nostro peso, il grasso corporeo, il colesterolo totale nel sangue e la frequenza cardiaca a riposo. Dal punto di vista cardiovascolare e della salute è ampiamente condiviso dalla comunità scientifica che questo significa avere un’aspettativa di vita più lunga. Nel tempo diminuirà anche la frequenza cardiaca durante le fasi più impegnative di esercizio, sia in studio pilates oppure nella nostra vita di tutti i giorni e questo significa minor fatica e minor stress. Migliora la forza delle ossa, dei tendini e dei legamenti, riduciamo lo stress accumulato e migliora il nostro umore; la sensazione di benessere e di positività che ci pervade dopo una corsa è qualcosa che altre attività non forniscono.

E’ ulteriormente condiviso dalla Comunità Scientifica che praticare la corsa con un protocollo intervallato piuttosto che una corsa a ritmo costante, porti ad una maggiore ossidazione dei grassi corporei. Un protocollo di questo tipo prevede dei momenti condotti a una più alta intensità affiancati da fasi di recupero attivo permettendo alla frequenza cardiaca di “schizzare” a livelli più alti per poi tornare a livelli più bassi. Oltre ad un consumo calorico importante durante l’attività, il consumo continuerà anche al termine dell’attività per permettere al proprio fisico di recuperare le energie. Una seduta di questo tipo necessita di poco tempo permettendoci di investire il rimanente in qualche esercizio per la tonificazione di gambe e glutei.

Articolo a cura di:

Alessio Lombardi

Se sei interessato ai nostri corsi di running visita la nostra pagina dedicata:

corsi-box-running.

Share this entry

0 Comments

Leave a Comment